Aurora Boreale 2014

Come è stato fatto nel 2012 e nel 2013, nel periodo 23-28 Agosto sarà effettuata una spedizione nel sud della Groenlandia e in Islanda per osservare l’aurora boreale. Chiamato Shelios 2014, La spedizione, chiamato Shelios 2014, è promossa dall’associazione scientifico-culturale Shelios ed è coordinata dal suo presidente Miquel
Serra-Ricart, astronomo dell’Istituto di Astrofisica delle Canarie e membro del progetto GLORIA. Dal 23 e il 25 Agosto sarà disponibile una diretta webcast quotidiana da tre diversi luoghi in Groenlandia: dai dintorni del ghiacciaio Qaleraliq, da una fattoria chiamata Tasiusaq e dalla città di Qasiarsuk. Ulteriori trasmissioni dalla fattoiria Hestheimar (Islanda del Sud) saranno disponibili tra il 26 e il 28 Agosto. Per un’ora al giorno verranno inoltre caricate delle foto in un album web.

Auroras

Aurora Boreale osservata a fine Agosto 2012 dalla fattoria di Tasiusaq. La foto è stata scattata durante la spedizione Shelios 2012 (vedi shelios.com/sh2012, J.C. Casado-starryearth.com).

Questo meraviglioso spettacolo celeste avviene quando particelle molto energetiche provenienti dal Sole raggiungono l’atmosfera terrestre con il vento solare. L’interazione di queste particelle con l’atmosfera terrestre è governata dal campo magnetico della Terra che ne permette l’ingresso solo ai poli magnetici: Nord (Aurora Boreale) e Sud (Aurora Australe). Le aurore sono costituiti da drappeggi luminosi che cambiano rapidamente e hanno diverse sfumature di colore. L’emissione della luce avviene nell’alta atmosfera (ad un’altitudine compresa tra 100 e 400 km) ed è una conseguenza della collisione del vento solare (essenzialmente elettroni) con atomi di ossigeno (toni verdastri) o molecole di azoto (toni rossastri).

Come menzionato, questo meraviglioso spettacolo celeste avviene solo in regioni non lontane dai poli terrestri. Tuttavia lo spettacolo vale un viaggio almeno una volta nella vita! Ma se non è possibile, Shelios e GLORIA vi offrono l’opportunità di vedere lo show via Internet collegandovi a live.gloria-project.eu (vedi i dettagli riportati di seguito).

Luogo della spedizionen

I numeri cerchiati indicano i luoghi in cui avverranno le osservazioni e le trasmissioni. Ulteriori trasmissioni verranno effettuate dall’Islanda. Vedi qui per una mappa con tutte le annotazioni.

La spedizione Shelios 2013 è promosso dall’associazione scientifico-culturale
Shelios ed è coordinata dal suo presidente, Miquel Serra-Ricart, astronomo dell’Istituto di Astrofisica delle Canarie e membro del Progetto GLORIA. L’obiettivo principale della
spedizione sarà l’osservazione dell’aurora boreale dal sud della Groenlandia e dall’Islanda. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito shelios.com. E’ possibile vedere una collezione delle immagini dell’aurora ottenute durante le precedenti spedizioni qui e qui.

Broadcasting

Sono previste trasmissioni a cadenza giornaliera il 23, 24 e 25 Agosto 2014 dall’1:00 all’1:30 UT ( dalle 3:00 alle 3:30 CEST) e il 26, 27 e 28 Agosto 2014 dalle 23:30 alle 24:00 UT (dall’1:30 alle 2:00 CEST).
I luoghi da cui verranno effettuate le trasmissioni saranno: 1) il ghiacciaio del Qaleraliq (longitudine = 46.6791W; latitudine = 60.9896N), 2) una fattoria chiamata Tasiusaq e 3) la città di Qasiarsuk (Leif Eriksson Hostel, vedi mappa). And additionally from Hestheimar farm (South Iceland).

Nota 1: UT = Tempo Universale e CEST = Tempo Estivo Europa Centrale ).
Nota 2: Le condizioni atmosferiche potrebbero causare cambiamenti nella programmazione.

Queste le tipologie di webcast a disposizione:

  1. Live Connection
    Una trasmissione in diretta verrà effettuata ogni notte utilizzando una video camera a colori che punterà il cielo con lo scopo di mostrare i movimenti dell’aurora. Il webcast potrà essere visto sul sito live di GLORIA live.gloria-project.eu e su sky-live.tv, partner di GLORIA

  2. One-Minute Time-Lapse
    Ogni minuto verranno ottenute, e pubblicate nel sito menzionato, immagini a colori per creare un’animazione dell’aurora. A scattare le foto, due Canon 5D MarkII a colori, con obiettivi identici, poste a una distanza compresa fra un minimo di 1 km e un massimo di 50 km in modo da poter calcolare l’altezza dell’aurora usando il metodo della parallasse. Le immagini saranno infatti accessibili dal web e serviranno per svolgere attività didattica.

Durante le trasmissioni saranno disponibili informazioni giornaliere sull’attività solare tramite i seguenti siti: