Per la stampa

Transito di Venere con GLORIA

Ora o mai più. L’opportunità di assistere al passaggio di Venere sul Sole è di quelle da cogliere senza esitazioni: se dovessimo perdere il transito del 5-6 giugno, ci toccherebbe aspettare fino al 2117 per avere un’altra occasione. Il fenomeno sarà trasmesso in diretta su Internet – con immagini da Australia, Giappone e Norvegia – da parte del progetto europeo GLORIA (GLObal Robotic-telescopes Intelligent Array). La proposta GLORIA per l’evento prevede anche la condivisione di immagini e attività speciali per gli studenti.

Fra il 5 e il 6 giugno 2012, poco dopo mezzanotte, il pianeta Venere inizierà ad attraversare la faccia del Sole con un percorso che completerà in poco più di sei ore e mezza. L’allineamento di Sole, Venere e Terra, fenomeno alla base del transito, avviene raramente, perché le orbite intorno al Sole della Terra e di Venere sono leggermente inclinate l’una rispetto all’altra. I transiti si ripetono secondo uno schema regolare di 8 anni, 121.5 anni, 8 anni e 105.5 anni. L’ultimo è stato nel 2004 e il prossimo sarà nel 2117. Dopo l’invenzione del telescopio, Venere ha attraversato il disco del Sole solo 7 volte.

Lo spettacolo non sarà visibile da tutti i luoghi sulla Terra, poiché il Sole sarà sotto l’orizzonte in molte parti del mondo durante il transito. Il progetto GLORIA, in collaborazione con altri istituti e organizzazioni, ha organizzato tre spedizioni per seguire l’evento con telescopi solari e fotocamere digitali. Video e immagini del transito saranno trasmessi in diretta su Internet da Australia, Giappone e Norvegia, rendendo così visibile a tutti l’ultima occorrenza di un transito di Venere per i prossimi 105 anni. Le trasmissioni saranno accompagnate da un commento dal vivo in spagnolo e inglese.

GLORIA è un progetto innovativo ed ambizioso che ha lo scopo di coinvolgere i cittadini nella ricerca scientifica. Il progetto è guidato dall’Universidad Politécnica di Madrid e coinvolge 13 Istituti scientifici di 8 paesi (per l’Italia, l’INAF) che, attraverso un’interfaccia web, daranno accesso gratuito e aperto a una collezione crescente di telescopi robotici.

Il transito di Venere è il primo di una serie di trasmissioni in diretta di eventi astronomici che verranno organizzate da GLORIA per promuovere l’astronomia e l’e-Science al pubblico. Inoltre, per coinvolgere gli studenti delle scuole superiori, è stato predisposto materiale didattico associato alle trasmissioni. Nel caso del transito di Venere, gli studenti delle scuole superiori saranno invitati a misurare la distanza Terra-Sole usando le immagini del transito acquisite da GLORIA.

La trasmissione web cast sarà suddivisa in tre parti principali: la copertura in diretta dei i primi 30 minuti, poi i 10 minuti centrali, infine gli ultimi 30 minuti di transito. Per tutto il resto del transito le immagini verranno aggiornate ogni 5 minuti. Tutte le immagini acquisite saranno disponibili immediatamente per il loro uso nelle attività didattiche.

Non solo: GLORIA invita chiunque seguirà l’evento nel mondo a inviare le sue immagini. Per molte persone sul pianeta questa sarà l’unica possibilità di assistere a un transito di Venere. Che storia vogliamo lasciare a coloro che vedranno il transito successivo fra 105 anni? Cosa stava accadendo nel mondo il 5-6 giugno 2012, sullo sfondo di questa magnifica danza cosmica? Per documentare questo evento storico ci piacerebbe che il 5-6 giugno 2012 la gente volgesse le proprie macchine fotografiche anche verso la Terra per catturare momenti di se stessi, dei propri cari e delle proprie vite. Foto da condividere unendosi al gruppo messagetothefuture, creato appositamente su Flickr, o inviandole a dour25seven@photos.flickr.com.

Risorse in rete

31 Maggio 2012