Ottimizzazione SEO e-commerce: da dove cominciare?

Dato che opero per Formaovest oUCO nell'ambito dei corsi di e-commerce, sento alcuni studenti sconvolti alla vigilia di entrare a far parte della loro azienda di stage.

Allo stesso modo, alcuni dirigenti/manager interessati alla SEO non sempre sanno nemmeno quali elementi sono prioritari da affrontare.

Ecco un breve promemoria per darti qualche idea quando sarai da solo con il tuo E-commerce il lunedì mattina.

 

1 / Gestire gli errori di scansione.

Alcuni strumenti per aiutarti a correggere i tuoi titoli, H1, desc metas, 404 ecc. :

a / La priorità: Google Search Console, parte dei miglioramenti HTML.

b / Per un sito piccolo (<500 elementi), Screaming Frog in versione gratuita. Prendi la versione a pagamento se gestisci un sito "grande" (circa 250 € di memoria).

c / Per almeno un mese, o se disponi di una versione di prova, SEMrush fornisce consigli pertinenti.

 

2 / Migliora la velocità.

Avvia Google PageSpeed ​​Insights quindi GTmetrix.

2 elementi “facili” e rapidamente efficaci con cui lavorare: le immagini e la cache se non sono già a fuoco.

a / Immagini: ridimensiona e compatta con Compressor.io ; aggiungere un plugin aggiuntivo eventualmente a seconda del CMS utilizzato (es: imagify per WordPress).

b / La cache: segui la modello proposto da GTmetrix. Devi incollare questo pezzo di codice nel tuo file .htaccess, alla base del dominio (accesso FTP):

Esempio memorizzato nella cache

 

Per il resto: caso per caso, a seconda del CMS e del tuo livello; ma le immagini e la cache sono alla portata di tutti.

Non esitate a fare uno screenshot della partitura prima/dopo:].

Sei su WordPress? GTmetrix dedica a articolo completo per accelerare il miglioramento su questo CMS.

 

3 / Passare il sito a HTTPS.

(Se non lo è ancora).

Complesso a priori, sempre più semplice infatti con i tutorial del tuo host e i plugin disponibili per il tuo CMS.

 

4 / Riflessione veloce sui link.

Fai un inventario della tua rete IRL (nella vita reale), dei tuoi partner fisici; hanno un sito web? Possono gentilmente collegarsi al tuo sito se non l'hanno ancora fatto?

Pensiamo al municipio, alla CCI, alla comunità dei comuni, ai circoli, alle associazioni, ai fornitori, ai clienti, ai partner ecc.

 

Una volta completati questi primi passaggi (pochi giorni o settimane a seconda delle dimensioni del sito), ti consiglio di andare oltre:

  1. Per seguire il consigli di Andrea BENSAID, rilasciato durante un'intervista con Anthony DEGRANGE.
  2. Per ingoiare il guida backlinko per l'e-commerce.

Sul vostro segno, preparatevi...

 

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?