È meglio creare una start-up in Francia o in un paradiso fiscale?

Bruxelles ha appena denunciato 7 paesi europei che ai suoi occhi sono evasori fiscali: Belgio, Cipro, Ungheria, Irlanda, Lussemburgo, Malta e… Paesi Bassi.

La Commissione Europea li critica principalmente per gli accordi con le multinazionali: " vieni a creare e assumere a casa mia, per le tasse vediamo più tardi...o mai".

Nell'agosto 2016, Bruxelles si aspettava che il governo irlandese recuperasse 13 miliardi di euro da Apple.

Se ci sono paesi in cui i profitti sono lasciati ai creatori, qualsiasi business plan razionale dovrebbe porre la domanda: è meglio creare un'impresa, una start-up in Francia o in un paradiso fiscale? ? Spesso, avviare un'attività all'estero è più il risultato di un progetto di vita, del desiderio di scoprire un nuovo paese, piuttosto che una scelta puramente fiscale.

 

Distinguiamo tra evasione, frode e paradiso fiscale.

L'evasione fiscale è " elusione fiscale legale o illegale Secondo Wikipedia.

Voler evitare o quantomeno limitare la tassazione non è necessariamente da condannare: è l'essenza stessa dei meccanismi di esenzione fiscale per esempio.

I più noti sono spesso quelli del settore immobiliare: Legge Pinel, Girardin… Ma attenzione a non farsi ingannare dal vantaggio fiscale.

 

A livello globale, la pratica è parlare diottimizzazione fiscale in caso di evasione legale e tanta tanta evasione fiscale per evasione illecita.

  1. Ottimizzazione : esercizio/domicilio di un'attività in uno Stato più favorevole di quello di origine. Negli Stati Uniti, ciascuno stato con il proprio sistema fiscale, il Delaware ha ad esempio più società registrate (950…) che abitanti.
    • Tuttavia, il Delaware è un paradiso fiscale? L'OCSE tiene conto di 4 criteri: tasse inesistenti o irrilevanti, mancanza di trasparenza, legislazione che impedisce lo scambio di informazioni con altre amministrazioni e infine tolleranza nei confronti delle società di facciata che svolgono un'attività fittizia. La risposta è quindi senza dubbio "sì".
  2. Frode : Jérôme Cahuzac con il suo racconto caricaturale in Svizzera, un paese che non è più nell'elenco di Bruxelles...

Sintetico : è possibile frodare al di fuori di un paradiso fiscale e ottimizzare legalmente in uno di questi paesi.

Finché è legalmente possibile, perché restare in Francia?

 

Francia, paradiso fiscale per le start-up?

Nell'ottobre 2014 (e ancora oggi), Xavier Niel ha stimato che " La Francia è un paese meraviglioso per avviare un'impresa "

  1. 23% di imposta sulle plusvalenze per un creatore associato alla gestione per 8 anni.
  2. Tariffe ridotte per la trasmissione a un discendente.
  3. Capitale minimo simbolico.
  4. Iniziative private, incubatori, business angel a sostegno della creazione, tra cui Station F, che dovrebbe ospitare 1 start-up nel cuore di Parigi.

Stazione F

 

 

Hubert Bresson e Mathieu Lafont, avvocati fiscalisti, concordano:

  1. Esenzioni fiscali e sociali per le giovani imprese innovative (JEI).
  2. credito d'imposta credito d'imposta per l'innovazione e la ricerca.
  3. Uso di PEA dai fondatori per esentare dividendi e plusvalenze.
  4. Finanziamento per l'avviamento come strumento di esenzione fiscale per l'investitore.

 

Gli articoli evidenziano le strutture per un leader di progetto innovativo, probabilmente per entrambiattrarre aiuti pubblici e investitori privati.

Un progetto più classico, invece, rischia di essere colpisci un po' i freni : costo orario del lavoro (anche se la produttività francese è esemplare), imposte dirette e indirette sulle imprese, adempimenti amministrativi previsti, ecc.

 

fonti:

Bruxelles fisserà sette paesi europei che promuovono l'evasione fiscale: http://www.lemonde.fr/evasion-fiscale/article/2018/03/06/bruxelles-va-epingler-sept-pays-europeens-favorisant-l- tax- evasion_5266642_4862750.html

Il piccolo stato del Delaware, l'irritante paradiso fiscale americano: http://www.lefigaro.fr/conjoncture/2015/06/26/20002-20150626ARTFIG00096-le-petit-etat-du-delaware-le-paradis-fiscal - american-qui-irritate.php

Xavier Niel: “La Francia è un paese meraviglioso per avviare un'impresa”: http://www.lepoint.fr/economie/xavier-niel-la-france-est-un-pays-merveilleux-pour-creer-une- company -22-10-2014-1874802_28.php

La tassazione francese favorisce i nostri imprenditori e start-up: http://www.lexplicite.fr/fiscalite-francaise-favorise-entrepreneurs-start-up

 

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?