Impara le tecniche SEO black hat con Cdiscount

Incaricata da qualche mese della referenziazione di un bellissimo e-commerce, recensisco di volta in volta i leader del settore.

Tra questi c'è Cdiscount, rinomato per il suo tecniche di collegamento SEO black hat.

Ecco la top 10 degli ecommerce 2014 secondo E-commercemag.fr :

Top 10 e-commerce Francia
 

Secondo SEMrush, il successo di Cdiscount si affida soprattutto alla SEO :

Ccrescita delle parole chiave in sconto
> Il sito è posizionato su almeno 700 parole chiave (!) Per più di 000 di visitatori unici (VU) ogni mese.

 

Al contrario, se i dati di SEMrush sono affidabili, Cdiscount sembra aver abbandonato i link sponsorizzati (SEA) da qualche mese!

Abbandono SEA cdiscount
Un ottimo punto di forza per la SEO, non è vero?

Lavorare instancabilmente per 15 anni elimina la necessità di altri canali di web marketing.

 

domanda: come si ottengono tali risultati?

Con un lavoro brillante e regolare, soprattutto a livello della maglia interna e delle maglie.

Cdiscount MajesticProfilo SEO
 

Cdiscount ha quindi quasi 12 (!) Siti di Referral… e ancora una volta ne ha persi 000 se teniamo conto di quelli degli ultimi 19 anni.

Tale discrepanza porta generalmente a legittimi sospetti di Black Hat SEO, vale a dire link artificiali e/o automatizzati.

Gestita male, questa pratica porta a sanzioni algoritmiche o manuali da parte di Google. Possiamo vedere qui, osservando la crescita regolare delle posizioni e del traffico, che si tratta piuttosto di una grande arte.

 

La pianificazione dei collegamenti è regolare per continuare la crescita del traffico:

Ahrefs Cdiscount link
 

Paf, +2 domini di riferimento a giugno, un guadagno di oltre il 500%.

Tra i link in atto, uno ha subito catturato la mia attenzione. È tra i più potenti secondo Opensiteexplorer:

Collegamento potente cdiscount
 

È ospitato sulla piattaforma Tumblr, un sito di tutto rispetto con un'autorità di dominio di 98/100.

La pagina http://arnosevier.tumblr.com/ è "vuota"; contiene solo poche parole e un link a Cdiscount.

La rispettabilità del dominio permette di istituire un struttura piramidale.

Link di bassa qualità> Pagina Tumblr> Cdiscount.

Esempio di un link di "bassa qualità": http://tochideaf.lar.jp/step_blog/archive_74.htm che si trova accanto ai link del sito Viagra.

 

In effetti, in assenza di questi collegamenti, l'autorità della pagina Tumblr sarebbe 1. Il succo inviato a Cdiscount sarebbe limitato.

I collegamenti artificiali rapidamente impostati consentono di aumentare l'autorità della pagina a 57 (+150 domini di riferimento) e quindi inviare più succo a Cdiscount.

Più un sito è rispettabile, più può raccogliere "cattivi link", provenienti da software cappello nero.

 

Mi dirai: non è un po' contrario alle istruzioni di Google?

Come molte aziende presenti su Internet, Cdiscount non rispetta le linee guida di Google relative a sistemi di collegamento.

E non possiamo davvero smentirlo visti i risultati visualizzati.

Curioso che Google lasci che accada, se non altro per costringerli a tornare ai link sponsorizzati...

 

E se domani facessi lo stesso con la tua PMI?

francamente, potrebbe andare storto.

Un modo per limitare il rischio: insistere sul marchio e diversificare il più possibile le ancore.

Csconto ancore
 

Se il 41% dei referrer link suggerisse di cliccare su "saldi scarpe" invece di "Cdiscount", il sito verrebbe presto dimenticato.

Kevin Richard nel suo ultimo cronaca JdN ancora una volta citato l'esempio di un sito penalizzato per i suoi ancoraggi "pubblicità gratuita" del 20%.

La SEO non è morta, l'ancora esatta si ripeteva troppo sì.

 

Credito fotografico: Fusky.

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?