10 (comprovati) consigli per la gestione del noleggio

Un buon investitore è anche un buon manager. Ecco alcuni suggerimenti per la gestione degli affitti per vivere bene nei prossimi anni:

10/ Gestisci direttamente la tua proprietà, se possibile.

A meno che non abbiano un prodotto raro, pochi potenziali inquilini passeranno attraverso un'agenzia per pagare costi aggiuntivi. Nelle città dove la domanda di locazione è meno intensa, ciò consente di limitare o addirittura evitare i periodi di vacanza in affitto.

Viceversa, se hai meno tempo o non vuoi disturbarti, ti concedo volentieri che sarà più semplice delegare la gestione dell'affitto del tuo immobile.

Tali costi sono anche deducibili dal reddito di proprietà.

9/ Preferire la pubblicità su Internet piuttosto che la pubblicità su carta.

Quando ho iniziato a occuparmi di appartamenti intorno al 2007, molti proprietari usavano annunci su carta nella stampa libera, nelle università, nei supermercati e così via. Altri hanno affisso dei pannelli alle finestre dell'alloggio.

Da allora, Le Bon Coin si è affermata nella gestione degli affitti. Questo consiglio può sembrare antiquato ma diciamo che è stato confermato. Oggi, l'inquilino che richiede un alloggio può anche chiederti di consultare il suo profilo:

Ciò consente, con il suo messaggio in risposta all'annuncio, di indirizzare correttamente i candidati e risparmiare tempo nella scelta del profilo migliore.

8/ Impara ad armeggiare. Se posso, puoi farlo anche tu.

A volte sogno i video di Castorama di notte. PA DA PA DA. Attenzione, invece, se il video annuncia che dovete essere 2 per un giorno, contate un weekend con 3 amici;).

Come tuttofare, sarai in grado di garantire la corretta manutenzione della proprietà. Rifarlo regolarmente significa preservarne il valore, attrarre inquilini migliori e mantenere un buon livello di affitto.

Siamo d'accordo che non potrai detrarre dal reddito di proprietà lavori non fatturati da professionisti. Vi consiglio ovviamente di rivolgervi a professionisti del settore per tutte le opere strutturali coperte da garanzia decennale.

Per tutti i lavori ad alta intensità di manodopera (pulizia, decorazione/pittura) e le riparazioni in cui paghi principalmente il viaggio, potrebbe valere la pena iniziare.

Se non sei un fan dei video, Leroy Merlin offre lezioni dal vivo a un prezzo basso:

Corso fai-da-te-Leroy-Merlin

7/ Applicare una politica di "riparazione di finestre rotte".

Una proprietà un po' abbandonata richiede ulteriori danni. Una facciata, un cortile o una cantina di nichel, è più rispettato. Una lampadina bruciata nelle aree comuni? Non aspettare settimane per cambiarlo.

Più sei esigente con te stesso, più puoi essere con i tuoi inquilini. E una proprietà/edificio ben tenuta è un luogo con meno fatturato e meno posti di affitto.

6/ Optare per un canone competitivo.

Non c'è bisogno di affittare ostinatamente il tuo appartamento di 500 locali per 2€ se tutti per strada affittano 400€ e tu non rispondi a una chiamata.

Il cliente fa il mercato. Se ricevi 10 visite, puoi permetterti di rifiutare la sostituzione del frigorifero o qualsiasi riduzione di prezzo. Soprattutto, puoi scegliere il profilo ideale, uno studente che arriva per 5 anni, ad esempio, con la garanzia dei suoi 2 genitori benestanti:].

Se impiegherai diversi mesi per riaffittare il tuo appartamento o la tua casa, è una perdita che non sarai in grado di compensare, anche con un affitto elevato.

5/ Fidati del tuo istinto?

Dovremmo dare una possibilità a un inquilino con un profilo atipico se la sensazione c'è? È come un colloquio di lavoro, a volte funziona.

Nel 2010 ho firmato un contratto di locazione con una coppia della RSA, non trovando più lavoro nella loro campagna del Morbihan. La città stava perdendo abitanti e la concorrenza tra i proprietari era feroce. Ho preferito affittare a un profilo che non soddisfaceva i criteri abituali per un lavoro a tempo indeterminato coprendo 3 volte l'affitto, piuttosto che lasciare l'appartamento vuoto.

Sono rimasti 5 anni, il CAF mi ha pagato l'affitto con pochi euro. Non ho chiesto loro la differenza in quanto si sono occupati della manutenzione del loro pianerottolo e del cortile...

Al contrario, ho anche io esperienze meno belle ; spesso profili sotto tutela/tutela.

Penso quindi che sia soprattutto necessario adeguarsi al mercato; attualmente è favorevole al proprietario e quest'ultimo può permettersi di essere selettivo. Nel 2010, invece, ho visto molti conoscenti il ​​cui appartamento/edificio era vuoto. Preferisco il rischio minimo rispetto al reddito regolare.

Ovviamente, su un profilo particolare, sarà necessario cercare di ottenere una garanzia.

L'assicurazione sull'affitto non pagato non ti seguirà... ma comunque è raramente utile. Per ottenerlo è necessario un inquilino con un buon profilo (quindi a basso rischio); ha spesso un periodo di attesa... e una durata massima.

4 / Non aspettare di recuperare l'appartamento per impostare i suoi annunci.

Hai appena ricevuto un avviso di partenza? Prepara subito i tuoi annunci se il mercato è teso nella tua città. E se non lo è, ti permetterà di selezionare meglio il tuo inquilino.

3/ Effettua le visite il prima possibile quando un potenziale cliente ti contatta.

Aspettare una settimana significa correre il rischio che il candidato “trovi qualcos'altro”.

2/ Punta regolarmente i tuoi account.

Accetta di dare una scadenza, di sviluppare un piano di recupero. Sii flessibile finché c'è fiducia e l'accordo viene rispettato. In caso contrario, lettera raccomandata, ufficiale giudiziario, tribunale distrettuale e gara la mattina presto di marzo.

Nessun regalo soprattutto per gli inquilini che potrebbero spaventare gli altri!

1/ Quando qualcosa va storto, pensa a "soluzione".

Non c'è bisogno di perdere tempo a lamentarsi. ESSERE IN AZIONE. L'obiettivo è di durare 20 anni e dormire bene.

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?