Decifrare la legge di transizione energetica per una crescita verde

La lotta al cambiamento climatico e l'ottimizzazione dell'indipendenza energetica sono due temi fondamentali perseguiti dallo Stato francese. È in questa logica che a livello nazionale, la Francia, dall'agosto 2015, ha promulgato la legge di transizione energetica per la crescita verde (TEPCV). Cosa contiene esattamente questa legge? Quali sono le conseguenze? Spiegherò in dettaglio le nuove misure adottate.

La legge di transizione energetica per una crescita verde: contesto e obiettivi

La legge sulla transizione energetica per la crescita verde rientra nella logica dello Stato francese di preservare il clima e ottimizzare l'indipendenza energetica della Francia. In tal modo, l'entrata in vigore della legge del 17 agosto 2015 per la crescita verde mira a facilitare l'accesso all'energia sostenibile per le famiglie francesi, attraverso ristrutturazioni a prezzi ragionevoli.

Inoltre, la legge TEPCV mira anche ad attuare l'Accordo di Parigi sul clima. Per fare questo, ha fissato molti obiettivi quantificati e ha pensato a come raggiungerli. Lo testimoniano i suoi cinquanta interventi volti a rivitalizzare il settore immobiliare e favorire i lavori di riqualificazione energetica. A ciò si aggiunge l'aiuto economico concesso ai proprietari intenzionati a realizzare questi lavori di ristrutturazione, a riprova della volontà di varcare la soglia del crescita verde.

Gli obiettivi di questa legge sono: condomini, proprietari e occupanti, famiglie in situazione di precarietà, enti locali e professionisti dell'edilizia.

Quali sono gli obiettivi della legge TEPCV?

Concretamente, la legge di transizione energetica per la crescita verde mira a:

  • ridurre l'impronta ecologica delle famiglie francesi attraverso una bassa produzione di gas serra e un consumo energetico controllato negli edifici,
  • incoraggiare il rinnovamento energetico degli edifici che contribuiscono al cambiamento climatico,
  • facilitare l'accesso alle energie rinnovabili e materiali da costruzione eco-responsabili,
  • superare la povertà energetica in Francia,
  • coinvolgere maggiormente le autorità locali nella loro missione di sensibilizzare i loro territori a una Francia più verde,
  • appoggiare il leader regionale nel suo ruolo strategico nell'efficienza energetica.
legge sulla transizione energetica per la crescita verde

Quali sono le principali novità della legge TEPCV?

Come dicevamo, molte disposizioni di questa legge riguardano costruzioni, abitazioni e territori.

Tra gli interventi chiave in questa direzione vi è il miglioramento delle prestazioni energetiche e ambientali dei nuovi edifici. Entro il 2050 l'obiettivo è che il patrimonio immobiliare francese sia in linea con gli standard" edificio a basso consumo energetico ". Consapevole del ruolo strategico dei proprietari di immobili nel raggiungimento di tale ideale, il legislatore ha pensato a un bonus di costruibilità per favorire la realizzazione di edifici a energia positiva (BEPOS). Anche gli edifici pubblici sono interessati da queste misure.

Anche i condomini sono presi di mira dall'ottimizzazione della qualità energetica. A tal fine, d'ora in poi, solo la maggioranza semplice dei comproprietari è tenuta ad avviare lavori di ristrutturazione delle aree comuni dei comproprietari.

Un'altra novità di questa legge relativa alla crescita verde è il concetto di “lavoro a bordo”. Rende sistematico l'esecuzione di lavori di isolamento, non appena un proprietario inizia lavori di ristrutturazione su larga scala. L'idea è di sfruttare questo progetto per ridurre il consumo energetico degli edifici e quindi la bolletta del riscaldamento. Si tratta di edifici commerciali, abitazioni, hotel, edifici scolastici, uffici.

Inoltre, la legge TEPCV incorpora altre disposizioni importanti come:

  • la possibilità di eludere i requisiti del PLU in questi casi specifici,
  • l'istituzione del programma energetico pluriennale (PPE),
  • l'avvento delle società di finanziamento di terze parti,
  • la diffusione di contatori intelligenti,
  • l'istituzione del fondo di garanzia per la riqualificazione energetica.

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?