La legge Pinel e il diritto di prelazione

La legge Pinel assimila diversi principi, diversi vantaggi, ma anche diversi diritti di cui il diritto di prelazione è uno. Pochi sanno che è importante fornire maggiori informazioni: i termini, i casi interessati e le eccezioni. Si noti che, durante il contratto di locazione, questo diritto ha effetto quando l'alloggio è oggetto di una proposta di vendita.

Il diritto di prelazione Pinel, per chi?

Il diritto di prelazione è un diritto connesso alle locazioni commerciali di questo sistema sugli alloggi. Questa legge prevede che in caso di proposta di vendita, l'inquilino deve avere la priorità per l'acquisizione se lo desidera, e ciò vale per gli inquilini titolari di un contratto di locazione commerciale. Si noti che tale diritto è sancito dall'articolo del Codice del Commercio in vigore.

Dopo l'annuncio del progetto e quando il locatore emette un avviso di vendita dei locali, l'inquilino ha un mese per far valere il suo diritto di prelazione e notificare al locatore la sua decisione alla scadenza di tale periodo. Si possono quindi verificare due casi: o l'inquilino accetta l'offerta di acquisto dell'alloggio, oppure rifiuta l'offerta e il locatore sarà quindi sciolto da tale impegno e cercherà un altro potenziale acquirente, purché siano rispettate le condizioni di vendita, in questo caso quello del prezzo che deve essere lo stesso.

Quali locali sono interessati o no?

Sono interessati da tale diritto di prelazione i Edifici commerciali o ad uso artigianale, ma anche locali ad uso misto che fungono sia da abitazione che da attività commerciale. Tale norma non si applica ai locali ad uso industriale, così come se il contratto è parte di una locazione commerciale, ma nei locali non viene svolta attività commerciale o artigianale.

Tale diritto non si applica né alle locazioni annesse a terreno nudo né alle locazioni annesse a posti auto. Tuttavia, ci sono ancora zone d'ombra sull'applicabilità o meno di questo diritto alle locazioni di locali ad uso ufficio o magazzino.

Casi eccezionali

Questo diritto di prelazione che è affiliato alla legge Pinel (ricordiamo che la legge Pinel è una legge che consente ai privati ​​di poter investire. Clicca qui per saperne di più) presenta alcune eccezioni che devono essere incluse nella sua domanda o meno. Sappi quindi che nel caso in cui l'inquilino declina l'offerta, può beneficiare di un secondo diritto di prelazione se il locatore apporta nuove modifiche sostanziali all'offerta. Pertanto, una nuova offerta deve essere presentata dal locatore e un secondo diritto di prelazione consente all'inquilino di avere ancora un mese di riflessione per accettare o meno la nuova offerta.

Si noti inoltre che questo diritto di prelazione non si applica in alcuni casi, vale a dire una vendita al coniuge del locatore, o un membro della sua famiglia, ascendente o discendente e il rispettivo coniuge. Non è efficace in caso di vendita unica di un insieme di più locali commerciali o artigianali.

Tale diritto non ha effetto nemmeno quando si tratta della vendita di un immobile in cui sono ubicati uno o più locali commerciali e ciò vale anche per la vendita di locali commerciali effettuata al contitolare di un complesso commerciale. Infine, il diritto non riguarda la vendita unica di più locali separati.

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?