Audit rapido di un e-commerce e focus sui contenuti duplicati

Philippe commenta sul suo E-commerce, lucasdelli.com:

  1. Che ogni combinazione colore/prodotto corrisponda a un URL.
  2. Di conseguenza, molte schede prodotto sono identiche nelle loro descrizioni.
  3. Inoltre, il "testo ALT" delle foto non viene preso in considerazione.

Qual è il rischio in termini di contenuto duplicato? Quali sono le migliori pratiche?

 

1 / Audit rapido del sito.

Facciamo un passo indietro: la gestione dei contenuti duplicati probabilmente non è il primo problema del sito.

Ecco alcune cose che spiccano:

 

a / Un titolo della homepage che potrebbe essere migliorato.

Titolo Homepage Lucas Delli

 

Il titolo è semplicemente il nome del marchio. Peccato non specificare l'attività inserendo alcune parole chiave.

 

b/ Cattiva gestione della profondità del sito.

Per ragioni di user experience e SEO, la regola dei 3 click massimi per raggiungere qualsiasi pagina è spesso giustificata su un E-commerce.

Vedi l'articolo dedicato all'argomento: https://www.gloria-project.eu/structure-site/

Tuttavia, la prima pagina del sito rallenta l'accesso rapido ai prodotti come si evince da questa grafica di ScreamingFrog:

Profondità Lucas Delli

 

L'accesso alle pagine profonde sarebbe più veloce rimuovendo la home page corrente. Soprattutto perché la sua foto pixelata non è lusinghiera.

 

c / Struttura discutibile / Scelte URL.

Allo stesso modo, avere una home page di e-commerce “http://www.lucasdelli.com/fr/page/n2.html” non è la cosa più semplice.

La scorsa settimana abbiamo parlato di SEO International: https://www.gloria-project.eu/seo-international/

Se il sito prevedeva una versione EN, potresti anche usare lucasdelli.fr per la FRANCIA e lucasdelli.com per gli anglofoni.

 

Inoltre, più breve è l'URL, più è probabile che venga classificato correttamente:

URL-lunghezza-e-classifica

Estratto da a Studio di backlink

 

Quando inizia così, di solito è che lo sviluppatore non è molto SEO amichevole.

Questo sarà più o meno scusabile a seconda dell'età del sito e del costo del servizio.

 

2 / Gestione dei contenuti duplicati.

Per contenuto duplicato si intende qualsiasi elemento identico che appaia su più pagine del sito.

a / Titoli dei brani, Hn e meta descrizioni.

Una scansione del sito con ScreamingFrog (o lo strumento che preferisci) ti consente di fare il punto sugli elementi duplicati:

Elementi duplicati Lucas Delli

 

È necessario correggere tutti questi errori tecnici.

 

b / Descrizioni identiche sulle pagine.

Philippe è preoccupato che il contenuto di diverse pagine sia molto simile; esempio con 2 polo:

http://www.lucasdelli.com/fr/product/polos/manches+courtes/ma-polomcu16,verde + chiaro, polo-short-sleeved.html

http://www.lucasdelli.com/fr/product/polos/manches+courtes/ma-polomcu16,laguna, polo-manica-corta.html

È abbastanza logico su un E-commerce per lo stesso prodotto, poiché nulla differisce se non il colore.

 

Alcuni strumenti come Raven segnalano contenuti vicini o troppo sottili (rischio di penalità Panda):

Contenuto duplicato Raven

 

Come gestirlo?

Dovremmo già sottolineare che il contenuto duplicato internamente è un problema meno serio rispetto all'avere lo stesso contenuto di un altro sito; cosa può succedere se più E-shop utilizzano la stessa descrizione del fornitore...

 

b1 - Non indicizzare le pagine duplicate.

Usiamo il tag noindex sulla pagina: https://support.google.com/webmasters/answer/93710?hl=fr

A seconda del tuo CMS, questa opzione potrebbe essere accessibile tramite un plugin (es: Yoast SEO su WordPress).

 

b2 - Completa o elimina le pagine non necessarie.

Usando il comando site: http: //www.lucasdelli.com, mi sono imbattuto in questa pagina vuota: http://www.lucasdelli.com/fr/product/polos/manches+longues/ma%25252Fpoloml105,ciel% 25252Fsable, polo-manica-lunga.html

O il prodotto è ancora disponibile e deve essere completato; oppure non interessa più e deve essere cancellato.

 

b3 - Usa tag canonici.

Diciamo a Google qual è la pagina principale e quali sono le sue varianti; esempio con questo diagramma di backlink :

Schema di backlink tag canonico

 

Consulta la guida di Google sull'argomento: uso di URL canonici.

Se guardiamo a Lucasdelli, questi tag sono a posto ma a priori utilizzati in modo improprio :

Canonico LucasDelli

In questo esempio, la pagina rimanda a se stessa invece che alla pagina generale dei Polo.

 

c / Come se la cavano i grandi e-shop?

Un po' diversamente!

Estratto da Conferenza SMX NEW YORK di Adam AUDELETTE, che ha lavorato per Amazon, Wallmart ecc...):

 

c1- Comando Sito: e sue variabili.Trucco SEO preferito Adam Audette

c2 - Filtri secondari Nofollow + uso di tag canonici.

Navigazione SEO sfaccettata

 

c3 - Suggerimento per professionisti: posiziona i filtri non necessari nella stessa directory ed escludilo tramite il file robots.txt

Robot di testo contro i contenuti duplicati

 

c4 - Usa un tag Rel o Canonical per la navigazione.

Rel Canonical SEO Tag

Il canonico poi punta alla pagina “vedi tutto”.

 

3/ Altri punti essenziali da controllare/implementare:

E purtroppo non è ancora così:

a/HTTPS: assente.

b / Velocità del sito: triste.

PageSpeed ​​Lucasdelli

 

c / Responsive design: home page + immagini non adatte.

 

In conclusione: considerare una revisione totale? Probabilmente sì !

 

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?