I 7 errori di traduzione di marketing più assurdi

In un articolo su " 7 errori fatali per un e-commerce“, Avevamo già discusso della necessità di una traduzione che dia significato al prodotto. Adattare un articolo o un marchio da un paese all'altro richiede una riflessione con l'aiuto di professionisti locali per evitare ogni doppia interpretazione.

Quindi oggi è l'occasione per un articolo piuttosto divertente con questi 7 errori di traduzione piuttosto assurdi.

 

N° 1: Il braccialetto alla schiava

Pubblicità dello schiavo del mango

In Francia, il marchio di abbigliamento spagnolo Mango ha creato polemiche quando ha lanciato la sua nuova gamma di gioielli. In effetti, la gamma "schiavo" che di base si traduce come "catena di marciapiede", si traduce anche come "schiavo". L'appello al boicottaggio è stato istantaneo. Mango ovviamente si è scusato per questo errore di traduzione.

 

N° 2: "Vola nudo"

American Airlines pensava di fare la cosa giusta... In una campagna pubblicitaria in Messico, l'azienda americana voleva promuovere le sue ultime sedie in pelle usando un semplice slogan: "Fly in leather". L'azienda ha tradotto il suo "volare in pelle" con "Vuela en cuero", che significa soprattutto "volare nudi"...

 

N° 3: "Ti taglieremo le dita"

Quando è stato lanciato in Cina, KFC, volendo tradurre il suo tradizionale “Buono da leccarsi le dita”, si è trovato in una situazione difficile. In effetti, lo slogan tradotto come "Ti taglieremo le dita". Abbastanza per tagliare l'appetito di alcuni ...

 

N° 4: "Mare riempita di cera"

La Coca-Cola ha fatto la storia anche in termini di cattiva pubblicità. Quando è arrivata sul mercato cinese, Coca-Cola ha prima tradotto il suo nome in “kekoukela”, che in alcuni dialetti significa “cavalla piena di cera”. Ci è voluto un intenso brainstorming per arrivare a "kokoukole" che significa "Felicità in bocca".

 

N°5: “Pepsi fa uscire i tuoi antenati dalle loro tombe”

Il principale rivale della Coca-Cola è stato un enorme errore nel tradurre il suo slogan in Cina. Quest'ultimo non aveva nulla a che fare con quello originale e tradotto come "Pepsi porta i tuoi antenati fuori dalle loro tombe".
Dovresti sapere che i cinesi hanno un immenso rispetto per i loro morti.

 

N°6: Mazda - Laputa

Mazda Laputa

Nel 1999 Mazda mise in circolazione una nuova auto, Laputa…. Sebbene le vendite di questa vettura nei paesi asiatici stessero andando abbastanza bene, questo modello in Europa ha causato un putiferio. Il produttore giapponese ha fatto riferimento a un'isola volante immaginaria presente nei "Viaggi di Gulliver".

 

N°7: "Niente fa più schifo di un Electrolux"

I fan dei giochi di rete competitivi hanno familiarità con la coniugazione di "succhiare" in terza persona: esso/lui succhia, ridotto a sux, che ha dato il termine " suxxor".

Electrolux è originaria della Svezia, un paese che ha una certa cultura anglofona. Hanno comunque avuto l'idea di pubblicare una pubblicità "Niente fa schifo come un Electrolux", letteralmente "niente aspira come un Electrolux", ignorando il significato popolare: fa schifo, fa schifo.

 

Conclusione

Le conseguenze di una cattiva traduzione possono danneggiare l'immagine del marchio. Con i social network, una svista o un semplice imbarazzo della traduzione possono diffondersi in tutto il mondo in pochi minuti... Si consiglia quindi vivamente di affidarsi a un'agenzia professionale per il proprio traduzione di marketing.

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?