Dovremmo adottare il formato Accelerated Mobile Pages (AMP)?

1 / Che cos'è l'AMP?

Concretamente, l'AMP offre agli utenti di Internet a versione molto pulita di un sito:

esempio-amp-wordpress

Secondo un articolo diBlog ezoico

 

Per questo motivo il tempo di caricamento della pagina aumenta tra il 10 e l'80% sui dispositivi mobili.

Anche se il tuo sito è già veloce e reattivo (adatto a tablet e cellulari), AMP dovrebbe comunque offrirti un bonus.

 

2 / Perché usarlo?

Per essere redditizio, un sito Web deve catturare il maggior numero possibile di visitatori.

Tuttavia, questa è solo la promessa di Google nel titolo della sua ultima newsletter. È " guadagna visitatori con AMP".

google-mail-amp

 

Un caso pratico di Il Washington Post lo conferma:

bonus-google-amp

 

Perché questo aumento di visitatori?

Il passaggio al formato AMP ha permesso loro dimigliorare il tempo di caricamento delle pagine presentate agli utenti mobili dell'88%.

Tuttavia, la velocità di un sito influisce sul suo traffico: Il 40% degli utenti di Internet abbandona una pagina se impiega più di 3 secondi per visualizzarla.

Viceversa: gli utenti Internet, e in particolare gli utenti mobili, sono più propensi a tornare su un sito se è molto veloce.

Anzi, per strada non hanno lo stesso legame che a casa… e saranno grati all'editore per aver pensato a loro.

 

 

3 / Quali siti dovrebbero adottare questo formato?

Siti di notizie, stampa online ecc. senza esitazione !

E l'e-commerce?

Le opinioni sono attualmente contrastanti... come lo erano per HTTPS.

Argomenti contro:

  1. "Complessità da implementare".
  2. Nessun venditore alleggerisce troppo un E-commerce.

 

Da un altro lato:

  1. Ci sono già plugin sulla maggior parte dei CMS.
  2. Una pagina semplificata evita distrazioni: arriviamo dritti al punto, acquistiamo... come su a pagina di destinazione ideale.
  3. La facilità d'uso e la velocità di un sito mantengono gli utenti mobili.

 

Tagliamo corto il dibattito: Ebay lo ha già adottato.

amp ebay

 

4 / Come implementarlo?

a / Come parte di un CMS:

Google consiglia 3 plugin:

WordPress: https://wordpress.org/plugins/amp/

Drupal: https://www.drupal.org/project/amp

Joomla: https://extensions.joomla.org/extensions/extension/site-management/seo-a-metadata/wbamp-community-edition

Attenzione : l'intervento di uno sviluppatore in aggiunta potrebbe essere ancora necessario.

 

b/ In assenza di CMS:

Google offre treno online.

 

c / In tutti i casi:

È disponibile uno strumento per testare le sue pagine: https://validator.ampproject.org/

 

Dopo Design reattivo nel 2013 e HTTPS nel 2015, Internet Business integrerà quindi AMP in tutti i suoi progetti futuri!

 

Inoltre, una bella sintesi di Virginie Cleve sui temi e sui problemi:

 

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?