Possibile penalizzazione di Google per i link nofollow?

  • 29 settembre 2022
  • SEO

Un sito che crea un link "cliccabile" a un altro sito invia un segnale positivo a Google. Un sito che ha molti link avrà successo in Google e quindi a bella valutazione.

Storicamente, è possibile distinguere i collegamenti Dofollow (che trasmettono il succo SEO) link nofollow (che inviano un segnale “Non conosco questo sito/Non mi fido”).

I SEO sono quindi alla ricerca di link dofollow per se stessi o per i loro clienti.

Al contrario, non perdono tempo per ottenere link nofollow (link dai social network per esempio).

In questo video di prova “Miti e realtà” offerto dal SEOCamp, Paul Sanchez parte proprio dai link nofollow:

Quindi c'è consenso nell'affermare che i link nofollow non hanno alcun effetto sulla tua SEO, tranne forse il traffico diretto se ottieni un link cliccato di frequente da una pagina Wikipedia popolare.

Tuttavia, un video pubblicato dal team di Google indica una possibilità contraria. Sarebbe possibile essere penalizzati ottenendo link nofollow :

1/ I link Nofollow vengono ignorati da GoogleBot

“Costruisco link, non per SEO ma per cercare di generare traffico diretto. Se questi link sono nofollow, c'è il rischio di ricevere sanzioni da Google? In altre parole, i link nofollow possono danneggiare il mio sito? "

“Per dare una risposta molto rapida su questo punto, i link nofollow normalmente non possono danneggiare un sito. Ma c'è un caso particolare da segnalare: se lasci commenti su tutti i blog del mondo, anche se quei link sono nofollow, se lo fai al punto da essere "noto" per questo, per infastidire davvero le persone ed essere contrassegnato per "spam", possiamo prendere una sanzione manuale.

Ricordo che molto tempo fa sul sito Techcrunch, ogni volta che le persone arrivavano su un articolo c'era un commento della stessa persona che stava chiaramente cercando di deviare il traffico a loro vantaggio. Anche se questi collegamenti fossero nofollow, se vediamo che questo sta avvenendo su una scala sufficientemente ampia da essere considerato fuorviante o manipolativo, ci riserviamo il diritto di applicare una penalità. Facciamo un'eccezione se vediamo abusi palesi.

Mais nella maggior parte dei casi i link nofollow non vengono presi in considerazione quando eseguiamo la scansione del web. Questi link nofollow non dovrebbero quindi influenzare il tuo sito da un punto di vista algoritmico. Ho sempre una leggera riserva nel caso qualcuno trovi un modo intelligente o massiccio per abusarne. Ma in generale, fintanto che stai producendo traffico diretto costante e non ostacolando l'intero Web, il tuo sito dovrebbe rimanere in buone condizioni. »

2/ Fai attenzione alle segnalazioni di spam e alle azioni manuali.

I link nofollow non vengono presi in considerazione dall'algoritmo di Google nella maggior parte dei casi e quindi non possono penalizzare un sito.

… Salvo il caso in cui l'abuso di link sia manifesto; esempio: tentare di vampirizzare il traffico di un sito pubblicando un commento con un link su ciascuno dei suoi articoli.

Sul modulo, Google agisce a priori soprattutto quando gli viene indirizzata una segnalazione per spam. Affinché agisca da solo, dovrebbe probabilmente andare automaticamente su centinaia o migliaia di siti (è reale o solo com?).

La sanzione per i link nofollow sarebbe quindi più di a sanzione manuale, a seguito di denuncia, Nella grande maggioranza delle situazioni, l'algoritmo dovrebbe semplicemente ignorarle.

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?