Meet Up French Tech Quimper - 20 aprile 2016

Questo mercoledì 20 aprile è stato organizzato un incontro a Quimper attorno al Tech Brest+ francese. L'obiettivo è presentare cos'è la tecnologia francese e discutere il valore della tecnologia digitale in molti settori.

Dopo un'introduzione di Ronan le Den, direttore del tecnopolo di Quimper Cornouaille, Frédéric Nicolas, project manager francese Tech Brest +, guiderà la presentazione.

 

Presentazione di French Tech

Innanzitutto, il legame tra Quimper e French Tech parte dalla volontà di rivitalizzare il territorio verso il digitale con l'implementazione dell'assistenza ai vari attori durante il loro passaggio al digitale.

Il progetto è stato avviato da Fleur Pellerin alla fine del 2013 con l'obiettivo di creare un'influenza collettiva per stimolare la crescita e partecipare all'influenza internazionale delle startup digitali francesi. Il meccanismo French Tech ruota intorno a 3 punti chiave: federate, Accelerate, Shine. A novembre 2014 sono state etichettate 9 metropoli, poi altre 4 (+ 4 reti tematiche: IOT, salute, cultura e design) sono state etichettate a luglio 2015.

metropolis_card_juin_2015_vf

Quimper fa quindi parte dell'ecosistema Brest Tech + che riunisce le città di Brest, Morlaix, Lannion e Quimper; quindi tutti coinvolti nella partecipazione allo sviluppo digitale dell'ovest della Bretagna.

Possiamo quindi ricordare gli obiettivi del marchio che sono rafforzare l'attrattività del territorio, sostenere l'acceleratore di startup, armare le startup del territorio per la loro partecipazione ad attività internazionali e, infine, rivelare, attrarre e far crescere i talenti, in particolare attraverso la consapevolezza -rilancio di azioni nelle scuole medie e superiori con l'obiettivo di incoraggiare l'imprenditorialità.

Rémi Carrière, ci racconta La Cantine Numérique, che quando è stata creata nel 2013, la sua vocazione era quella di divulgare la tecnologia digitale al grande pubblico, ai collaboratori e alle aziende. Il movimento Tech francese consente di creare collegamenti tra diversi attori. Dalla creazione di La Cantine Numérique, Rémi Carrière ha osservato una certa evoluzione, in particolare a livello di collaboratori che si stanno muovendo sempre più verso la creazione di startup.

Nonostante molti posti di lavoro nel settore digitale, notiamo che alcuni settori (mare, agricoltura, ecc.) sono scarsamente rappresentati in questo settore.

Grazie a French Tech, vengono offerti sistemi di supporto per accelerare l'integrazione di nuove startup nel mercato. Ci sono schemi nazionali (Tech Pass francese, borsa di studio Tech francese, Fondo di accelerazione) ma anche schemi locali (Startup Ouest, 222 business pool, West Web Valley).

Guillaume Paillet dell'azienda Kenavo (motore di ricerca per i viaggi) ci racconta la sua visione del Tech Quimper francese, che gli consente di federare e creare un ecosistema che svilupperà l'attrattiva della regione facendo condividere un'immagine di una regione innovativa.

 

La tecnologia digitale in tutti i settori e per tutti i tipi di imprese

I relatori sono stati molto rappresentativi della diversità dei settori in cui l'integrazione digitale sta diventando essenziale. La tecnologia digitale è integrata in molti settori, ad esempio agricoltura, turismo e gastronomia; altrettanto bene nelle aziende affermate da molti anni come nelle giovani startup.

Settore agricolo

Jo Dreau, dell'azienda Kehris, ritiene che ci siano grandi problemi digitali nel settore agricolo. È possibile sviluppare software per ottimizzare l'attività di sfruttamento. Con la tecnologia digitale possiamo lavorare sulla tracciabilità o sulla sicurezza dei prodotti, ad esempio raccogliendo dati tramite sensori, che consentiranno, dopo l'analisi, di poter adattare il prodotto alle esigenze del mercato.

Settore Turismo

Nel settore del turismo, abbiamo avuto modo di ascoltare Laurent Callipe, del campeggio Atlantique di Fouesnant, che ci ha parlato della sua strategia attraverso il suo sito web. La SEO è stata la base della sua strategia di riprogettazione e si è concentrata in particolare sul tasso di conversione piuttosto che sul numero di visite. Il lavoro si è concentrato anche sull'ergonomia per facilitare il più possibile l'esperienza dell'utente e consentire all'utente di Internet di raggiungere il campeggio il più rapidamente possibile. Infatti, il processo di acquisto di un utente Internet per la prenotazione di un viaggio dura circa 2 mesi in cui confronterà più di trenta siti web; è quindi fondamentale essere convincenti in pochi secondi e distinguersi dalla concorrenza. Anche la versione mobile deve essere ottimizzata, perché le informazioni presenti su un sito web non trovano necessariamente posto sulla versione mobile dato che l'internauta visita il sito in un contesto diverso, deve quindi accedere alle informazioni più essenziali e velocemente possibile.

Azienda con una lunga attività

Jildaz Colin, dell'azienda Hénaff, ci ha raccontato le sue esperienze nella gestione dei social network. È importante unire una comunità attorno al tuo marchio. Devi anche posizionarti sui social network che meglio corrispondono al tuo target. L'azienda Hénaff ha potuto beneficiare dell'entusiasmo dei fan dei suoi prodotti che avevano creato una pagina Facebook che l'azienda è stata poi in grado di recuperare. È anche importante essere attenti alle notizie che si fanno intorno all'azienda e saper essere reattivi per lanciare un possibile clamore attorno a determinate testate.

Nuove startup

Infine, Pascal Briet, di Cook & Be, è intervenuto per raccontarci che la sua esperienza con la sua startup è stata particolarmente spinta grazie a French Tech. Per lui questo movimento trasmette un messaggio positivo intorno al digitale ed è un prezioso aiuto per l'accelerazione della realizzazione di un progetto. Ci dà anche la sua opinione sul fundraising che non dovrebbe bloccare il lancio di startup e non esitare a investire poco a poco e sbloccare i fondi quando si farà la prova della fattibilità del progetto.

 

-Heidi

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?