Linee guida sulla qualità della ricerca: come Google valuta la qualità dei contenuti

Google ha appena aggiornato il suo Linee guida sulla qualità della ricerca il 11 può.

Queste sono raccomandazioni per i suoi dipendenti per valutare manualmente la qualità di un sito web.

Nella sua ultima newsletter, Brian DEAN, autore del sito backlink.com, riassume 3 forti tendenze nelle aspettative di Google.

Vedremo che questi suggerimenti sono completamente coerenti con l'ultimo studio di SEMrush su Fattori di ranking di Google.

 

1 / Rispondi perfettamente alla domanda dell'utente.

Una risposta perfetta a una domanda presuppone già una risposta lunga e completa.

Comprende quindi diversi paragrafi, semanticamente ricchi di sinonimi e co-occorrenze, e illustrazioni sotto forma di foto o video.

A priori, se 2 editori in buona fede propongono rispettivamente un testo di 250 parole e un testo di 1 parole, è più probabile che il testo di 900 parole soddisfi l'utente di Internet.

Pertanto, il tempo trascorso sulla pagina, eventualmente vedendo il sito in seguito, sarà maggiore, l'articolo raccoglierà più condivisioni… e viceversa, la frequenza di rimbalzo sarà più moderata.

L'obiettivo è quello di coprire il 100% dell'argomento. Se l'articolo diventa un referral, otterrà anche alcuni link da nuovi domini di referral per aumentare la sua autorità.

 

2 / Evita la ripetizione delle parole chiave.

L'esempio di Poker Partouche mi aveva segnato qualche anno fa.

Titolo del sito" Poker - gioca a poker online con Partouche poker”.

Tuttavia, la ripetizione abusiva di una parola chiave è proprio un campanello d'allarme per Google... da qui il 56° posto su Google nonostante un forte potenziale.

È quindi pericoloso avvicinarsi alla SEO dal solo punto di vista dell'astuzia.

Come accennato nel paragrafo 1, utilizzare un buon markup semantico (H1, H2…) e un vocabolario completo sarà di maggiore aiuto per scalare Google.

Ti consiglio di fare " prova della rana »Il 1.fr.

Google sta remando per capire cos'è una piccola bestia verde. D'altra parte, non ha dubbi sull'anura batracico.

 

3 / Attenzione ai titoli esagerati (clickbait).

Molti siti Web utilizzano metodi tabloid per catturare l'attenzione e i clic degli utenti di Internet.

Problema: se l'articolo non contiene quanto promesso dal titolo, se l'internauta viene ingannato, abbandona la pagina e il sito abbastanza velocemente (alta frequenza di rimbalzo).

Google vuole incoraggiare una corsa a lungo termine. In teoria un sito modesto per numero di pagine ma che offra solo articoli molto completi sarà preferito ad un mediocre sito di notizie che mira a tutti i costi ai clic.

Per un nuovo sito è quindi teoricamente meglio puntare ad esempio a guide di qualità, piuttosto che a 150 articoli medi a parità di tempo e budget a disposizione.

 

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?