Vedi i link al tuo sito gratuitamente ed in modo efficiente con Bing Webmaster Tools?

  • Agosto 17 2020
  • SEO

La battaglia infuria da anni tra Bing e Google. Livello di popolarità del motore di ricerca, la distribuzione del mercato in Francia è intorno al 90% per Google e appena il 5% per Bing. Questo non gli impedisce di provare a combattere, sia a livello di referenziazione a pagamento che di strumenti.

Per i riferimenti a pagamento, ad esempio, i prezzi sono spesso 4 volte più economici per un clic con Bing Ads rispetto a Google Ads. Anche se la popolazione di Bing converte meno di quella di Google, il costo per lead è stato molto più gradevole nei temi su cui ho lavorato (software di cassa, fosse settiche…).

In termini di strumenti, Google Search Console (ex Google Webmaster Tools) è uno degli elementi essenziali per garantire la buona salute del proprio sito (posizionamento, indicizzazione...). Il suo punto debole storico riguarda i link, il principale criterio SEO come sai se conosci il SEO.

Oggi su Twitter ho visto che Abondance stava annunciando un nuova formula per Bing Webmaster Tools. Abondance è il sito di Olivier ANDRIEU, autore di un libro di riferimento “Google SEO: istruzioni per l'uso”, ottimo per conoscere la SEO. Apprezzo molto anche il suo contributo alla comunità e in particolare la sua pagina dedicata all'occupazione. Ho avuto ottimi contatti nel 2012/2013 quando stavo pensando di testare PARIGI o LIONE.

Questa parentesi fatta su Abondance, devo ammettere che onestamente ignoro sempre Bing Webmaster Tools quando lavoro su un progetto. Non ne parlo nemmeno durante le mie lezioni e i miei allenamenti. Vedo già che la maggior parte delle persone ignora Search Console nonostante i miei avvisi e non vorrei offrire uno strumento che duplichi quello di Google.

Tranne che... se Google rimane debole per i collegamenti mentre Bing sta facendo il lavoro, l'equilibrio di potere è considerevolmente invertito. Soprattutto perché attualmente non esiste uno strumento gratuito affidabile per studiare i tuoi collegamenti. E anche alcuni strumenti a pagamento sono moderatamente efficaci... L'oggetto di questo articolo sarà quindi quello di testare Bing Webmaster Tools confrontandolo con lo strumento che utilizzo attualmente, Serpstat.

Se non conosci ancora Serpstat, è un po' come il SEMrush o l'Ahref dei poveri, da qui la sua popolarità in alcune aziende francesi:

Mi si addice molto bene il rapporto qualità-prezzo per i miei progetti attuali, anche se significa passare di tanto in tanto a una formula di prova di 7 giorni/7 $ su Ahrefs. Nel tempo mia madre, mia zia, mio ​​fratello ecc. hanno avuto il loro account di prova Ahrefs ...

Vediamo quindi per internetbusiness.fr ad esempio l'analisi dei link Serpstat:

Parlo per stenografia dei link ma quello che mi interessa di più all'inizio sono i domini di riferimento (poi gli IP…). Questo indica il numero di diversi siti che si collegano al sito, qui 334.

Questa cifra di per sé non significa nulla. D'altra parte, è essenziale confrontarsi con i concorrenti nel proprio mercato. Fornisce un forte indicatore del potenziale del tuo sito per classificare bene i tuoi prodotti e servizi su Google e quindi per attirare visitatori.

Ora vediamo come vengono presentati i collegamenti in Bing Webmaster Tools:

Sfortunatamente, a meno che Serpstat non si arresti in modo anomalo e mi attribuisca troppi collegamenti, Bing sembra ancora inaffidabile. Come è possibile nonostante i loro mezzi? Al contrario, Google ora sembra più determinato a informare i webmaster:

Questo strumento gratuito ti permetterà di misurare i progressi di un sito amatoriale senza budget. Il professionista o l'azienda utilizzerà sempre i servizi di un software specializzato al fine in particolare di individuare le opportunità di collegamento tra i concorrenti.

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?