Mappa di posizionamento della concorrenza SEMrush: cosa concludere?

  • 25 settembre 2017
  • SEO

La domanda della settimana riguarda analisi comparativa e in particolare come le parole chiave determinano la nostra concorrenza su Internet.

“Ciao Erwan,

Spero tu stia bene.

In PJ, uno screenshot del posizionamento competitivo che ho assunto su Semrush. Non sono sicuro dell'interpretazione però...

Infatti, nonostante molte meno parole chiave, Atlantic 3D sembra avere un pubblico simile ad Aptatio (www.aptatio.com), l'azienda dove sto svolgendo il mio tirocinio.

Posizionamento della concorrenza di SEMrush

Questo significa che Aptatio trarrebbe vantaggio da un'ulteriore ottimizzazione delle sue parole chiave per ottenere un pubblico migliore?

Grazie in anticipo per il vostro aiuto!

Adriano"

 

La mappa di posizionamento della competizione ci parla:

  1. del traffico di ricerca organico.
  2. parole chiave organiche.

 

1 / Traffico di ricerca organico.

Il traffico di ricerca organico è il traffico stimato ricevuto dal sito, grazie alle sue posizioni su determinate parole chiave.

Questa è la base del referenziamento naturale: più sei posizionato su una parola chiave, più questa parola chiave ti porta visitatori… e quindi potenziali clienti.

Tasso di clic in base alla posizione

Nota importante su SEMrush: questa è una stima basata solo su parole chiave comuni.

Nella vita reale, gli utenti di Internet digitano lunghe serie di parole chiave, spesso espressioni uniche, il cui volume è comunque inferiore a 10 al mese.

Questo si chiama il coda lunga ; per questo SEMrush è prezioso per misurare un trend ma non fornisce il traffico reale di un sito, a differenza di Google Analytics per esempio.

 

2 / Parole chiave organiche.

Le parole chiave organiche corrispondono a numero di parole chiave posizionate nella top 100 di Google.

Se sei 35esimo o 77esimo su una parola chiave, il traffico ricevuto sarà chiaramente 0.

Ma su una parola chiave molto difficile, sapere di aver appena superato il 108°, il 66° e poi il 42° sarà utile: le azioni intraprese sul sito sono positive e Google sta reagendo favorevolmente.

 

3 / Cosa concludere da una posizione sulla mappa?

Uno degli errori più comuni nel benchmarking: confrontarsi con te stesso troppo piccolo o troppo grande. È bello avere ambizione, ma devi già seminare i semi dei concorrenti nelle immediate vicinanze.

Se riprendo la mappa di posizionamento aggiornata:

Mappa di posizionamento aggiornata

Addium en rose è al terzo posto nel traffico, con meno parole chiave rispetto agli altri. Una posizione forte su una parola chiave può essere sufficiente per generare un flusso significativo di clienti (vedi siti di nicchia, MFA…).

Problema: dipende maggiormente dalle variazioni su un numero limitato di parole chiave. Questi sono spesso siti con poche pagine.

 

Al contrario, più pagine abbiamo, più possibilità abbiamo di ottenere più parole chiave.

Controlliamo Addium con il sito: = 16 pagine.

Addio alle pagine indicizzate di Google

 

È secondo me un concorrente non troppo temibile, se non a livello locale.

Se guardiamo all'altro estremo, Millenium3d, ha 228 pagine indicizzate:

Pagine indicizzate 3d Millenium

 

C'è in particolare una sezione News; per fare meglio bisognerà quindi pensare ad una serie di contenuti: case study, blog di marketing in entrata che risponde alle domande degli utenti ...

 

Cosa succede se un sito ha molte parole chiave agganciate ma poco traffico?

Aptatio ha molte pagine potenziali, con una voce nella top 100, ma che mancano di ottimizzazione (contenuto + tecnica)… o collegamenti.

Sarà utile verificare che gli URL, i titoli, Hn ei testi siano di buona qualità.

Sarà inoltre necessario utilizzare uno strumento come Majestic o Ahrefs per studiare i link dei concorrenti.

In caso contrario, assicurarsi almeno che ogni partner/cliente studi la possibilità di effettuare un collegamento al sito (municipio, CCI, associazione, ecc.).

 

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?