Gestire il tuo SEO quando sei una piccola impresa

Su Internet, una buona visibilità è il nerbo della guerra. Se non ne trarrai beneficio, avrai tutte le difficoltà del mondo per sviluppare la tua attività. Combinando una corretta diagnosi SEO e ottimizzazioni pertinenti, ti assicuro che hai maggiori possibilità di aumentare il tuo pubblico in modo sostenibile, sfruttando appieno le potenzialità dei motori di ricerca.

 

L'importanza del riferimento naturale

Non tutti sono nella stessa barca quando si tratta di budget pubblicitari e la SEO altamente redditizia non fa eccezione.

I professionisti del web non sono tutti uguali. Coloro che hanno acquisito a notorietà considerevoli al di fuori di Internet possono attirare gli internauti sulla propria piattaforma solo grazie al proprio marchio, inserito direttamente dagli internauti sui motori di ricerca quando non hanno già il nome a dominio come preferito nel proprio browser. Ci sono anche aziende capaci diinvestire pesantemente nelle pubblicità in televisione, alla radio o su riviste popolari.

Poi ci sono le piccole aziende che devono trovare alternative per farsi conoscere. Ad esempio, formare una community sui social network richiede tempo e non tutti i settori sono adatti.

referenziamento-azienda-google

 

Questa è un'opinione che condivido con alcuni specialisti di web marketing: il referenziamento naturale (SEO) resta una delle leve, se non LA leva del pubblico, la più redditizia del web. Ma è difficile usarlo in modo efficace quando non si padroneggiano i suoi codici. In Francia, Google ha monopolizzato nell'ottobre 2019 non meno del 93% del numero di ricerche effettuate. Il 92% del traffico proviene solo dalla prima pagina dei risultati, e il 60% dei clic viene effettuato sul suo podio, ovvero i primi tre risultati forniti dal motore! Non c'è bisogno di aggiungere altro, sono sicuro che hai capito qual è la posta in gioco riuscire a posizionare il tuo sito in prima pagina su domande relative alla tua attività.

 

Una varietà di strumenti SEO

Supponiamo che tu abbia il tempo di allenarti nel referenziamento naturale e di eseguire le ottimizzazioni necessarie per la tua visibilità organica. Questo lavoro richiede anche di padroneggiare strumenti sofisticati e costosi.

Botify, Xenu Link, Linkody... questi nomi non sono senza dubbio estranei SEO avvertito: tutti hanno la capacità di informare i professionisti a livello statistico, preziose “metriche” che li aiuteranno ad analizzare la situazione delle loro pagine web. Il primo è un analizzatore di log, il secondo scansiona gli URL di un sito, mentre il terzo elenca dati molto informativi sui link in entrata.

Tuttavia, per usarlo correttamente, devi giustificare le tue capacità di web marketing o dedicare molto tempo a questi strumenti, che non tutti gli imprenditori hanno necessariamente il tempo di fare. Un altro problema: non è possibile accontentarsi di un unico software che farebbe “tutto” per te da solo. È inoltre necessario monitorare il ranking di parole chiave, posizioni, ecc.

Ci sono software o servizi sul mercato che compilare una moltitudine di funzionalità e consentire una supervisione più o meno efficace di una strategia di referenziazione. Sono però complessi da apprendere, soprattutto per le aziende per le quali il web marketing e la comunicazione digitale non fanno parte del core business. L'uso di SEO Rank e SEM Rush, ad esempio, è destinato più alle agenzie web specializzate in SEO.

 

Una soluzione per tutti?

Queste difficoltà hanno destato l'attenzione degli editori di software, che hanno sviluppato uno strumento che consente di gestire facilmente le proprie referenze, beneficiando, se necessario, dell'intervento di un esperto SEO.

L'obiettivo è chiaro: si tratta di aumenta il tuo traffico con il riferimento naturale senza utilizzare i servizi di una web agency. Per prima cosa, dovrai eseguire tu stesso la diagnosi dei tuoi siti Web: il software può suggerire ottimizzazioni relative ad esempio a pagine 404, che possono influenzare l'esperienza dei tuoi visitatori e avere un impatto sul tuo posizionamento nei risultati.

Quindi, sarà necessario analizzare le ottimizzazioni del contenuto: l'aggiunta di un tag alt compilato alle tue immagini, titoli Hn e la scrittura di tag di meta description per esempio. Delle fattori di blocco tecnico può anche rallentare le tue pagine e contribuire a limitare la tua SEO nei motori, come supporti pesanti o certificati di sicurezza scaduti.

referenziamento-azienda-pilota-piccola

 

Correzioni per migliorare la visibilità

Questo primo passo è fondamentale, ma non basta. Dovrebbe richiederti di apportare modifiche SEO e possibilmente affidarle a esperti.

Le ottimizzazioni tecniche e di contenuto riguardano prima di tutto l'esistente: il tuo sito web merita di essere aggiornato regolarmente, questa è la condizione sine qua non per una visibilità duratura su Google. Il motore di ricerca, infatti, mette in evidenza gli indirizzi di riferimento nel loro settore, le aree di competenza, quelli di cui stiamo parlando e che si sforzano di proporre regolarmente nuovi articoli, video o anche infografiche agli internauti interessati al loro settore di attività… e ai robot di Google. Sarà inoltre necessario rimuovere collegamenti morti, pagine zombie, duplicati, contenuti duplicati e chiarire chiaramente la profondità del menu di navigazione. Anche la capacità del sito di adattarsi ai media mobili e alla ricerca vocale influenzerà il tuo SEO.

Ma tutto questo è evolutivo, e la concorrenza fa lo stesso: comprendiamo quindi l'interesse di a monitoraggio regolare delle posizioni, e per conoscere la concorrenza sullo stesso campo lessicale, le parole chiave che classificano, ecc. : Si tratta di un standby attivo e non lasciare che le cose accadano una volta che tutto è stato impostato.

È inoltre possibile usufruire di campagne pubblicitarie come Adsense, nonché di link sponsorizzati (netlinking) oltre al SEO organico. Indichi il budget a cui sei disposto a dedicare questa leva del pubblico e lo strumento ti fornisce una stima del numero di visitatori (traffico qualificato) di cui potresti beneficiare.

 

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?