Perché passare all'editor Gutenberg per il tuo sito WordPress?

Per cominciare, cos'è l'editor di blocchi di Gutenberg? Chiamato anche editor di blocchi di WordPress o editor di Gutenberg, è l'editor di contenuti di WordPress in WordPress 5.0, lanciato dal 6 dicembre 2018.

Questo è ora l'editor predefinito utilizzato da tutti i siti WordPress, a meno che non sia specificamente disabilitato. In tutti i casi, l'editor classico scomparirà gradualmente.

Quali sono le differenze tra l'editor classico e l'editor Gutenberg? Il grande cambiamento è la creazione di contenuti basata su blocchi. Con l'editor Gutenberg, ogni elemento del tuo contenuto è un blocco per facilitarne la manipolazione. È anche possibile creare blocchi personalizzati, che mettono fine agli shortcode in WordPress. 

Per tutti i proprietari di siti Web che hanno bisogno di aiuto, ci sono esperti su come aggiornare il tuo WordPress, correggere eventuali bug e problemi. Fidati di Risoluzione dei problemi di WordPress con WP Maintenance.

Ecco 5 buoni motivi per passare all'editor Gutenberg su WordPress.

1. Migliora il tuo riferimento naturale 

I blocchi di dati strutturati sono stati introdotti nell'editor Gutenberg attraverso la versione 8.2 del plugin Yoast SEO.

Quando aggiungi un nuovo blocco, scoprirai una categoria alla fine dei blocchi che offre il blocco "How-to" o il blocco "FAQ". Questi due blocchi generano un codice piuttosto complesso che piace a Google. 

Pertanto, Google comprende meglio il tuo argomento e ciò consente una migliore SEO.

2. Controlla la struttura della sua scrittura

Per posizionarti bene nei risultati di ricerca, devi sapere come strutturare i tuoi contenuti. O lo fai già manualmente o l'editor Gutenberg ti sarà di grande aiuto.

A prima vista, l'editor Gutenberg ti ricorda che non dovresti dare la priorità al design rispetto alla pertinenza del contenuto. 

Questo nuovo editor di WordPress consente di controllare e correggere la struttura della sua scrittura facendo clic sull'icona "I". In effetti, lascerà annotazioni in giallo per consentirti di correggere la tua scrittura se necessario.

3. Crea blocchi riutilizzabili

È possibile creare blocchi riutilizzabili con il nuovo editor di WordPress. Questa funzione consente un notevole risparmio di tempo.

Puoi rendere riutilizzabile qualsiasi blocco per riutilizzarlo in seguito in quello stesso contenuto o in un altro.

Ad esempio, puoi creare e quindi salvare un blocco di spaziatura di 30 px. Pertanto, puoi riutilizzare questo blocco di spazio tutte le volte necessarie in questo contenuto o nel successivo. Se mai questo spazio non ti soddisfa, puoi modificarlo e tutti questi blocchi verranno modificati contemporaneamente.

4. L'aspetto del blocco Colonna

Questa funzione era molto attesa dagli utenti di WordPress. Ora l'editor Gutenberg offre il blocco Colonna.

A parte i plug-in shortcode, era impossibile aggiungere contenuti fianco a fianco con l'editor classico. Con l'editor Gutenberg, puoi farlo in pochi clic e allo stesso tempo eliminare i plug-in shortcode che non ti serviranno più.

5. Componenti aggiuntivi disponibili per l'editor Gutenberg

Con l'editor di WordPress, è possibile aggiungere molte funzionalità tramite componenti aggiuntivi.

L'editor Gutenberg offre già molti blocchi, ma mancano ancora alcune funzionalità. Per ovviare a questo problema è possibile aggiungere componenti aggiuntivi disponibili direttamente dall'editor.

Pertanto, aggiungendo questi nuovi blocchi, avrai accesso a molte funzionalità aggiuntive.

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?