Bloctel: e se passassi (finalmente) all'Inbound Marketing?

Dal 1 giugno 2016, il governo ha messo in atto un lista di opposizione di propaganda telefonica, chiamato Blocco.

Tempi brutti per la promozione, la prospezione e semplicemente la pubblicità?

Come in queste condizioni far conoscere la sua azienda? Avevamo già proposto una guida sull'argomento, con 50 idee concrete per sviluppare la tua azienda.

L'idea qui non è di ripetere questi suggerimenti, ma piuttosto di fare una dichiarazione: è tempo di evolversi!

 

I - Marketing in uscita contro marketing in entrata.

Già nel 2011, il sito Mashable aveva predetto la lenta morte dell'Outbound Marketing: tutte le tecniche che “spingono” il prodotto verso il potenziale cliente invece di attrarlo sono in declino.

Spot TV/radio, volantini e chiamate da file più o meno qualificati generano per lo più reazioni negative al “consumatore”. Cambia canale/stazione, butta il volantino nella spazzatura… e appena può riattacca al televenditore, che spesso è molto contento nel suo call center.

Mosto esci da questo vecchio marketing come spiega l'infografica:

Marketing in entrata e in uscita - Business Internet

Il prospect che riceve una chiamata da un'azienda si pone sempre le stesse domande: cosa vorranno vendermi? Come troncare rapidamente la conversazione?

Certamente, i chiamanti esperti hanno alcune tecniche di manipolazione nella manica: aggirare le obiezioni della barba falsa, convincerli a dire "sì" 3 volte ...

Ma è terribilmente privo di ambizione. Quale immagine del suo marchio trasmettiamo? Cosa stiamo costruendo nel tempo?

 

L'Inbound Marketing consente di attrarre il potenziale cliente ("persona") tramite contenuti a lui specificamente destinati. In genere, questo contenuto risponde a una domanda, a un problema che sorge.

Quando una persona trova regolarmente la soluzione a ciò che desidera su un sito, è probabile che prenda in considerazione l'utilizzo dei prodotti e dei servizi dell'azienda.

Come viene implementato l'Inbound Marketing?

 

II- Il modello Hubspot.

Modello Hubspot di marketing in entrata

Ecco il modello di Inbound Marketing secondo Hubspot. Si tratta di rendere i visitatori "stranieri", poi "guida" e poi trasformarli in clienti e ambasciatori.

Il passo decisivo in questo modello è il creare un blog.

Ogni giorno esce un nuovo articolo “perché blog” con X buone ragioni.

E a questi articoli, qualcuno risponde sempre" si ma la mia azienda è diversa, non abbiamo il materiale per alimentare un blog".

 

Precisamente, smetti di pensare a te stesso, pensa ai tuoi clienti. Anche in un tema non creativo, è possibile distinguersi.

Ecco alcune parole chiave estratte dal termini di ricerca un Campagna Adwords che gestiamo :

Blog di idee per le parole chiave - Internet Business

O la domanda dell'internauta è molto chiara: “Come…”; o lo indoviniamo dietro le parole chiave!

In questo caso, per il nostro blog su un'azienda di stura tubi, possiamo scrivere un articolo "Tubo bloccato: chi deve pagare tra inquilino e proprietario? ".

È probabile che questo articolo attiri un cliente tipo da Google per poi portarlo a contattare direttamente l'azienda telefonicamente, oppure compilando il form a fine articolo.

Inoltre, metteremo per questa espressione in Adwords: poiché si avrà una pagina molto rilevante in termini di punteggio di qualità, il costo dell'asta sarà ridotto.

 

Qui abbiamo preso i termini di ricerca di una campagna SEO a pagamento da quando erano disponibili, ma sono disponibili altre soluzioni:

  1. Parole chiave utilizzate dagli utenti di Internet per trovarti in Google Search Console/Google Analytics.
  2. Strumento di ricerca per parole chiave di Google.
  3.  Keywordtool.io.
  4. SEMrush (già presente spesso su questo blog!).
  5. Suggerimenti di Google digitando direttamente "Come/Perché" in Google in modalità di navigazione privata.

 

Scrivendo per ordinare in base alle esigenze degli utenti di Internet, crei contenuti pertinenti per servire il tuo marchio ... e il tuo fatturato a lungo termine.

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?