Google attribuisce meno valore ai testi nascosti

Il blog MOZ ha appena pubblicato un articolo sull'argomento " come google gestisce il testo css/javascript nascosto?".

I testi "CSS/javascript" non ti parlano a priori?

 

Una pratica diffusa

Li incontri infatti quotidianamente, non appena viene visualizzato un estratto di un articolo e ti viene chiesto di "leggere di più":

Scopri di più

 

L'uso del principio ha senso nella pagina principale di un diario online o di un blog.

L'estratto consente una leggera introduzione dell'articolo e evitare contenuti duplicati. Non sarebbe né rilevante né piacevole per l'utente di Internet ripetere completamente gli articoli su più pagine.

 

Realtor, uno dei leader statunitensi nel mercato degli annunci immobiliari, cerca di conciliare SEO ed esperienza utente.

Nella parte inferiore della sua homepage, dove deve atterrare appena lo 0,1% dei visitatori, c'è un inserto pieghevole:

Link agenti immobiliari

Interesse? Ogni testo corrisponde a una parola chiave/frase importante e link a una pagina dedicata.

È un link univoco dalla homepage, che trasmette "SEO juice".

D'altra parte, l'elenco completo spiegato sarebbe meno attraente da guardare per i pochi visitatori persi.

Da qui la trattativa interna, senza dubbio, per mascherarli in parte con l'aiuto di "More".

Tuttavia, questa pratica non è priva di rischi!

 

Un impatto negativo sulla SEO

Google è in grado di prendere in considerazione i testi nascosti da CSS/javascript.

Mais dà più importanza ai testi visibili al 100%.

Rand prende l'esempio di un testo sui mobili in cocco su 2 siti:

Esempio di testo nascosto

 

  1. A parità di parametri, il testo del sito A avrà una posizione migliore in Google.
  2. Google svaluterà il testo nascosto dal pulsante "Leggi di più" sul sito B.
  3. Eccezione per Bing e Yahoo che non sembrano distinguere tra i due.

 

Conclusione: se un testo è importante, deve essere completamente visibile.

Altrimenti bisogna porsi la domanda: perché non eliminarlo o offrire elementi più pertinenti nella pagina?

Se vogliamo lasciare le cose come stanno, dobbiamo almeno assicurarci che le parole chiave essenziali compaiano nella parte non mascherata.

A chi si chiede: L'agente immobiliare sbaglia quindi ad organizzare la sua homepage in questo modo?

No, da allora il loro obiettivo non è che vengano presi in considerazione i testi, ma soprattutto i link. Il bonus non sarebbe poco interessante ma il bonus link è fondamentale.

 

Prova completa su Riavvia Online, che ha ispirato la rubrica di Rand.

 

Ho guadagnato i miei primi guadagni sul web nel 2012 sviluppando e monetizzando il traffico dei miei siti (AdSense...).


Dal 2013 e dai miei primi servizi professionali, ho avuto l'opportunità di partecipare allo sviluppo di più di 450 siti in più di +20 paesi.

Leggi anche sul blog

Visualizza tutti gli articoli
Non ci sono commenti

Un commento ?